Pratiche detrazioni fiscali

agevolazioni ristrutturazioni prima casa

pavimentare
 pratiche per le detrazioni fiscali, costi  pratiche per le detrazioni fiscali, preventivo  pratiche per le detrazioni fiscali

Nei ultimi anni la cosa che ha dato slancio al mercato delle ristrutturazioni casa sono stati sicuramente

gli incentivi di ristrutturazioni casa con le detassazione della spese per le ristrutturazione degli alloggi privati

a Bologna e provincia.
Si tratta degli interventi di manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, effettuati su tutte le parti comuni degli edifici residenziali .
Gli interventi relativi alla realizzazione di autorimesse o posti

auto pertinenziali, anche a proprietà comune .

In altre parole una occasione per riuscire a fare gli stessi lavori, che forse non faresti subito ma a rate,
sapendo che nel l' arco di 10 anni , la metà della spesa ritorna indietro sotto forma di minore imposte pagate all'erario.

Usufruire del bonus ristrutturazione


incentivi ristrutturazione casa provincia di bologna

Le detrazioni nel campo dell' edilizia da al cliente un utile mezzo per  ridursi il carico fiscale e nello stesso tempo di rinnovare  la proprie casa.

Coloro che usufruiscono del bonus ristrutturazione, oltre che a tutte le spese di ristrutturazione, possono anche arredare gli ambienti oggetti della ristrutturazione e ne possono trarre vantaggio tutti i contribuenti proprietari degli immobili, ma anche ai titolari di diritti reali/personali di godimento sugli immobili, oggetti degli interventi pagando la fattura con bonifico .


Pratiche detrazioni fiscali li seguiamo con il nostro personale con tutte le richieste nel momento di accedere al comune con i documenti necessari .

E una pratica veloce ma essenziale per la detassazione delle spese soprattutto quella del risparmio energetico che fino a fine anno e del 65%.

 

Pratiche detrazioni fiscali, detassazione delle spese ristrutturazione casa, incentivi ristrutturazione casa provincia di bologna, bonus ristrutturazione

Le agevolazioni fiscali prima casa sono molto convenienti ed è inclusa anche l'acquisto della casa oltre che la ristrutturazione



Detrazioni fiscali le norme 

Possono usufruire della detrazione fiscale sulle spese di ristrutturazione tutti i contribuenti proprietari degli immobili ma anche ai titolari di diritti reali/personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi pagando la fattura con bonifico .

incentivi ristrutturazione casa provincia di bologna si tratta degli interventi 

 di manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, effettuati su tutte le parti comuni degli edifici residenziali  Gli interventi relativi alla realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali, anche a proprietà comune .

I lavori finalizzati  all’eliminazione delle barriere architettoniche, aventi a oggetto ascensori e montacarichi eliminazione di scalini tramite scivoli, sostituzione piatto doccia con un piatto doccia filo pavimento.

Rientrano tra queste misure del bonus ristrutturazione anche:  rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate o recinzioni murarie degli edifici , apposizione di grate sulle finestre o loro sostituzione , porte blindate o rinforzate , apposizione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini , installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti , apposizione di saracinesche , tapparelle metalliche con bloccaggi , vetri antisfondamento , casseforti a muro , fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati , apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline.

Gli interventi finalizzati alla cablatura degli edifici e al contenimento dell’inquinamento acustico ecc. 


Aggiornamenti per risparmio energetico


19/10/2015

Detrazioni in edilizia, ok anche per il 2016: con alcune novità

La Legge di Stabilità 2016 proroga la validità di Ecobonus 65% e Bonus ristrutturazioni 50%: estensione all'edilizia residenziale pubblica

Detrazioni in edilizia confermate ufficialmente per tutto il 2016 attraverso il varo della Legge di Stabilità: confermato pertanto l’obiettivo strutturale di conferire un impulso deciso al comparto, spingendo le ristrutturazioni, anche al fine di ottenere un significativo miglioramento dell’efficienza energetica di questi edifici. Una misura anticiclica che lancia anche uno sguardo importante al futuro.

Ma quali sono le novità per l'anno prossimo con specifico riferimento all'Ecobonus 65% per la riqualificazione energetica?
- In primo luogo va evidenziata l'estensione agli enti di gestione delle case di edilizia residenziale pubblica, che potranno così usufruire degli sgravi fiscali per rimettere mano a un patrimonio immobiliare obsoleto. Agli ex Iacp giungerà inoltre una “plus” di 170 milioni da usare per le manutenzioni. Si tratta di un vero e proprio “intervento straordinario sulla case popolari”, annunciato dallo stesso premier Matteo Renzi nella coloratissima conferenza stampa di giovedì pomeriggio.
- Giunge inoltre una conferma piena (direttamente dal presidente della Commissione Ambiente alla Camera Ermete Realacci) che include nell'ambito delle agevolazioni gli interventi antisismici, le schermature solari e i lavori di bonifica dell'amianto (come affermato da Realacci).

Per il resto gli incentivi vengono confermati nella medesima formula utilizzata nel 2015. Bonus ristrutturazioni al 50% in dieci rate annuali, entro un tetto massimo di 96mila euro, Ecobonus per la riqualificazione energetica delle abitazioni (inclusi sostituzione degli infissi e delle caldaie ad alta efficienza) al 65% per lo stesso intervallo temporale.

Una misura importante quella della proroga delle detrazioni in edilizia, suffragata anche dai dati: dopo la flessione registrata nei primi due mesi del 2015, i due crediti d’imposta del 65% per la riqualificazione energetica e del 50% per i lavori di ristrutturazione sono tornati a correre sui livelli del 2014 (anno record per le domande presentate, quasi un milione e 700mila). Ribadendo un essenziale ruolo di traino per il settore edilizio, in questa fase di crisi strutturale. Secondo i dati del CRESME e del Servizio studi della Camera, nei primi otto mesi del 2015 gli interventi mossi dagli incentivi hanno sfiorato i 16 miliardi di euro, e si prevede che alla fine dell’anno l’investimento complessivo sarà di 23,5 miliardi. 

fonte http://www.ediliziaurbanistica.it/

Condividi la nostra pagina


                                                                                                                                                                                                         

Per maggiori approfondimenti in merito

Fonte http://www.ediliziaurbanistica.it/

mutuo e agevolazioni

Grazie ai cambiamenti nel punto di vista bancario le nuove erogazioni di prestiti e mutuo, ha portato nuova linfa al mercato che con queste agevolazioni ci porta a una nuova ripresa economica.